giovedì 31 gennaio 2008

Domani

Domani è Venerdì. Bellissimo il Venerdì, ma la sera!
Mi aspetta una giornatina schifosa.
Di mattina ho il corso nella mia forse futura Società.
E già alzarmi dal letto sarà tragico dato che ho una simpatica influenza con febbricina latente e leggeri dolorini di stomaco.
Di pomeriggio al lavoro sono solo, dato che i miei geniali capi hanno sistemato le cose così bene che spesso e volentieri si resterà soli in ufficio. Dovrei avere il fegato di non andare a lavoro domani pomeriggio e voglio vedere poi!
Spero solo che le 19,30 arrivino presto...

Categories:

Coppa Italia: Fiorentina - Lazio 1-2

Ok, siamo fuori dalla Coppa Italia. Niente drammi. E' semplicemente l'occasione per tener presente che questa rosa può aspirare ad un buon posto in campionato (quarti? Magari!!!). Ottenere qualcosa in più sarebbe quasi miracoloso.

Categories: ,

Lavoro: campagna "i giovani non devono più aspettare"

Da www.lavoro.gov.it


Campagna di comunicazione integrata sulle misure adottate dal Governo a favore dei giovani


Il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ed il Ministro delle Politiche Giovanili ed attività sportive (Pogas) hanno realizzato insieme una campagna di comunicazione istituzionale per informare i giovani ed in generale l’opinione pubblica sulle attività svolte dal Governo in materia di lavoro e previdenza che li interessano direttamente e, in particolare, sui provvedimenti contenuti nella ultima Finanziaria e nel recente provvedimento sul Welfare (legge 247/2007).

“Con le nuove misure del Governo i giovani non devono più aspettare”. È l’head line della campagna, realizzata dalla agenzia Brand Portal, che si propone di incentivare i giovani anche alla conoscenza ed alla ricerca delle nuove opportunità che li interessano attraverso temi legati alla loro vita quotidiana. Con questa campagna si è pensato ad un modo di avvicinare i cittadini alle istituzioni, attraverso esempi di vita quotidiana in grado di accendere la curiosità attorno a temi di stringente attualità: il lavoro, le tutele, le assicurazioni previdenziali. In una parola il futuro.

Il pay-off, “Un passo verso i giovani”, si collega alla precedente campagna sulla riforma delle pensioni (che si concludeva con la frase: “Ed è solo il primo passo”), sottolineando l’impegno reale e continuativo del Governo verso le generazioni più giovani e le donne.

La creatività propone una situazione molto nota ai giovani in cerca di occupazione: l’attesa snervante che spesso precede un colloquio di lavoro. I protagonisti sono tre ragazzi che, seduti fuori da un ufficio, aspettano il proprio turno con un’aria annoiata e scoraggiata. L’headline spiega che i giovani non devono più aspettare.
La baseline riassume poi gli obiettivi principali di queste misure: “maggiori opportunità per un lavoro più stabile”, “aiuti concreti quando ne hai bisogno”, “una pensione sicura e adeguata” e invita a consultare i siti www.lavoro.gov.it e www.pogas.it per ulteriori approfondimenti.

La campagna che prevede un media mix composto da tv, cinema, radio, affissioni e internet è stata realizzata con la direzione creativa di Oscar Morisio e Paolo Gorini.

La campagna è pianificata dal 13 al 26 gennaio e sulla base del target “naturale” e cioè i giovani sono stati individuati come principali mezzi di diffusione le tv musicali e le radio più ascoltate dai giovani. Per lo stesso motivo, un ruolo importante nella diffusione dei messaggi, poi, è stato affidato al web: la campagna, infatti, sarà on line sui principali portali italiani e sui siti di alcuni tra i portali dei maggiori quotidiani nazionali.

Il web resta protagonista anche nelle risposte a domande e dubbi; tutti coloro che vorranno conoscere nel dettaglio le disposizioni specificamente destinate ai giovani lavoratori contenute, come detto, nella ultima Finanziaria e nel recente provvedimento sul Welfare (legge 247/2007) potranno, infatti, trovare informazioni di maggior dettaglio nelle pagine dei siti del Ministero del Lavoro e del Pogas a tal fine dedicate e rivolgere quesiti all’indirizzo di posta giovani@lavoro.gov.it : un pool di esperti ministeriali provvederà a rispondere.

E’ un' iniziativa che scaturisce dal piano di azione comune sottoscritto lo scorso anno fra i nostri Ministeri – hanno dichiarato Cesare Damiano e Giovanna Melandri - "dobbiamo aiutare i nostri ragazzi e le nostre ragazze a costruirsi un futuro sereno".

vai alla Campagna di Comunicazione

Categories:

lunedì 28 gennaio 2008

Empoli - Fiorentina 0-2

Si, non si è giocato brillantemente. Ma in questo campionato di serie A 2007-2008 chi sta giocando brillantemente?
Pazzini sembra si stia ritrovando, e la cosa per la squadra viola non può che essere una bella notizia.
Andiamo avanti così.

Categories: ,

Antonello Piroso su ndp

Sentita or ora.
Il bravo giornalista e conduttore di ndp su La7 riguardo al sesso ha detto:
"Sono arrivato ad una età per la quale sul sesso posso citare il saggio:
si fa molta fatica,
la posizione è ridicola
e il godimento è breve.
Ma chi ce lo fa fa'?"

:)

Categories:

domenica 27 gennaio 2008

Orzowei

Chi ha la mia età non può non commuoversi...

Categories:

sabato 26 gennaio 2008

Regione Sicilia: si dimette Cuffaro

Tradito più dalla foto con i cannoli che dalla condanna a 5 anni.

http://tinyurl.com/ypde5p

Categories:

Mi chiedo...

Ma perchè mai Prodi si è intestardito ad andare a chiedere la fiducia al Senato rimediando una triste figura per lui e per tutti? Mi sfuggono i motivi di questa ostinazione, di questa inutile ultima battaglia. Che cosa sperava di ottenere? Se per puro miracolo fosse riuscito a strappare la fiducia ciò sarebbe avvenuto eclusivamente per uno, due, tre voticini, probabilmente grazie ai senatori a vita; sarebbe cambiato qualcosa? Poteva continuare a governare? Impossibile. Ed allora? Sicuramente avrà fatto le sue valutazioni, ma probabilmente si trattava di valutazioni errate, in tutto o in parte. Sono convinto che sarebbe stato più dignitoso per noi e per lui salire al colle e rassegnare le dimissioni nelle mani di Napolitano risparmiandoci certe ridicole sceneggiate.

Categories: ,

Salari, Della Valle: Tempi difficili, una tantum a operai

Da fiorentinanews.com

(AGI) - Roma, 26 gen. - Il patron di Tod's Diego della Valle si mette dalla parte degli operai. Visti i tempi duri, con il potere d'acquisto a livelli bassissimi, l'industriale ha deciso di 'fare un regalo' ai suoi dipendenti: una busta paga con 1400 euro in piu' sotto forma di una tantum. 'Tod's, 1400 euro in busta' titola il Sole 24 Ore, che spiega: 'I soldi servono per sostenere le spese della famiglia e per ringraziare i dipendenti dell'impegno, dell'efficienza e della qualita''. 'Della Valle: tempi difficili. E 'gratifica' i dipendenti' scrive il Corriere della Sera, che parla di decisione presa in seguito alle 'vertenze nazionali e gli anticipi versati da Fiat e Brembo sul contratto metalmeccanico'. 'Della Valle gratifica i dipendenti con 1400 euro' scrive Repubblica, che spiega come 'l'elargizione non sarebbe tassabile e dunque entrerà netta nelle tasche dei lavoratori in considerazione dell'oggettiva difficoltà''.

http://tinyurl.com/2u3rg5

Categories: ,

venerdì 25 gennaio 2008

Jerome Kerviel

E adesso Jerome Kerviel, il simpatico trader francese che ha creato un buco di quasi 5 miliardi di euro in Société Générale, è diventato una star del web. D'altrone non è mica da tutti combinare un simile sconquasso!

Da ilsole24ore.com

Nell'era della tv, tutti hanno diritto a un quarto d'ora di celebrità. Nel mondo del web, per diventare un vero e proprio eroe basta rubare 5 miliardi di euro a uno dei più importanti istituti bancari d'Europa. Così Jerome Kerviel, l'anonimo trader francese accusato da Société Générale di essere il diretto responsabile del buco da 4,9 miliardi nel bilancio della società, è salito alla ribalta sulla scena di Internet, guadagnandosi peraltro la stima e l'approvazione di una fetta non indifferente degli internauti.

Una vita in vetrina
Se Kerviel era fino a ieri un vero e proprio "signor nessuno" per il grande pubblico, e un dipendente in posizione tutt'altro che visibile presso SG, oggi qualsiasi curioso può scoprire una buona parte della sua vita semplicemente digitando il suo nome su un motore di ricerca. A breve distanza dalla scoperta del supposto "colpaccio", è già apparsa una pagina su wikipedia che descrive accuratamente non soltanto gli eventi incriminati, ma anche la vita professionale di Monsieur Kerviel. E sul sito del Telegraph è possibile visionare un suo curriculum vitae aggiornato.

L'eroe dei blog
Su forum e blog si moltiplicano i post sull'incredibile truffa e impazzano discussioni più o meno serie sul novello eroe telematico. C'è addirittura chi ha colto l'occasione per aprire un vero e proprio "fan site" dedicato a Kerviel, raccogliendo tutto quanto si trovi online sulle sue vicissitudini e offrendolo a mo' di archivio pubblico. È il caso di Sylvia, che scrive: «è con grande meraviglia che ho appreso delle disavventure capitate a Société Générale a causa del suo trader Jerome Kerviel… mi sforzerò di seguire l'attualità di questa vicenda, che reputo straordinaria». Nello spazio riservato alle presentazioni, Sylvia si definisce come una fan di Kerviel, «genio finanziario per alcuni, essere fragile per altri».
Sul forum francese del sito Boursorame è comparso un ironico "comitato di sostegno a JK", dove alcuni utenti lo definiscono come «l'uomo dell'anno 2008» e «un autentico professionista». Molti, poi, si mostrano scettici sul reale coinvolgimento di Kerviel nella vicenda, e c'è chi lo definisce un capro espiatorio. In un caso o nell'altro, la domanda più in voga al momento è sui forum è: «Jerome Kerviel, eroe del capitalismo?»

"JK" e il social networking
Jerome era già presente sul web con i suoi profili Linkedin e Facebook. E proprio quest'ultimo sito dimostra ancora una volta come la fama e la gloria offerte da internet siano meno che effimere. Sul sito di social networking si sono moltiplicati gli interventi degli improvvisati fan, che hanno creato gruppi come «Jerome Kerviel dovrebbe vincere il premio Nobel per l'economia», «JK vittima della società per la generalizzazione del denaro» e «Quelli che danno la caccia a Jerome Kerviel». Gli stessi profili online del trader si sono improvvisamente moltiplicati, probabilmente ad opera dei suoi numerosi estimatori, e uno di essi conta più di 200 "amici". Peccato che, a poche ore di distanza dall'annuncio di Société Générale, la rete di contatti preesistente sul profilo originale si sia ridotta drasticamente. Adesso, quasi tutti i vecchi amici di Jerome Kerviel si sono dileguati, e sono rimasti soltanto i fan dell'uomo da 5 miliardi di euro.


http://tinyurl.com/2cs75t

Categories: ,

La frode del secolo scuote SocGen

Da corriere.it

Un broker trentunenne fa perdere alla seconda banca francese 4,9 miliardi

MILANO — Una truffa da 4,9 miliardi di euro scuote ancora una volta il sistema bancario. La Société Générale, la seconda banca francese, ieri mattina ha comunicato di aver scoperto «una frode eccezionale » a opera di un suo giovane trader, che operava dall'ufficio di Parigi. Il colpevole, il trentunenne Jérôme Kerviel, specialista nel settore dei future, aveva ammassato enormi posizioni, scommettendo sugli indici dei mercati azionari europei, con operazioni tenute all'oscuro dei suoi superiori. La banca ha scoperto la truffa solo il 19 e il 20 gennaio e, dopo alcune riunioni d'emergenza nel weekend, per fermare le enormi perdite già accumulate, ha deciso di cancellare all'inizio della settimana tutte le posizioni prese dal trader. Posizioni probabilmente intorno ai 40 miliardi di euro, visto che nel caso dei derivati, il margine a carico della banca è in genere pari a circa il 10% del valore dell'investimento.

Il caso di Jérôme Kerviel supera per magnitudine quello di Nick Leeson, il trader spericolato che puntando malamente con i derivati sull'indice della Borsa di Tokio dall'ufficio di Singapore della britannica Barings, nel '95 affondò la storica banca della Regina, con perdite per 1,4 miliardi di dollari (di allora). In questo caso, Kerviel avrebbe aggirato tutti i controlli interni attraverso un'elaborata serie di transazioni fittizie, create grazie alle conoscenze acquisite in un precedente incarico presso la SocGen, dove lavorava dal 2000 con uno stipendio annuo di 100 mila euro, bonus inclusi. In seguito allo scandalo, il presidente di SocGen, Daniel Bouton, ha offerto la sua testa al consiglio di amministrazione, che ha respinto le dismissioni. Ma, come il direttore generale Philippe Citerne, rinuncerà al bonus 2007 e a 6 mesi di stipendio nel 2008. I diretti supervisori del trader lasceranno invece l'istituto.

Kerviel, al momento latitante, intanto è stato denunciato da SocGen presso il tribunale di Nanterre con l'accusa di «falso in scritture bancarie, falso e intrusioni informatiche». Ma la truffa ieri non è stata l'unica cattiva notizia da parte dell'istituto francese, che ha annunciato anche 2,05 miliardi di svalutazioni legate ai mutui subprime negli Stati Uniti e un conseguente aumento di capitale per 5,5 miliardi. L'establishment francese ha difeso uno dei suoi campioni nazionali. Per il governatore della Banque de France, Christian Noyer, informato durante il weekend, «la prova di SocGen dimostra che una banca di grandi dimensioni, anche se di fronte a una truffa senza precedenti, può essere aggiustata in tre giorni, in un mercato orrendo. E ora SocGen è più solida di prima». La banca centrale, comunque, ha aperto un'inchiesta. Per il premier francese François Fillon il caso «è serio, ma non ha nulla a che fare con la situazione sui mercati finanziari». Per gli analisti, però, SocGen, già individuata come probabile preda nella nuova ondata di consolidamento, adesso è a rischio takeover.

Giuliana Ferraino
25 gennaio 2008

http://tinyurl.com/2r8j7k

Categories: ,

giovedì 24 gennaio 2008

Governo Prodi: caduto

Molto probabilmente si andrà al voto. Ma non cambierà nulla. Tutto resterà immutato. E la mediocrità di questo paese continuerà ad avanzare in ogni campo ed in ogni settore.
Pessimismo cosmico? No, assoluto realismo.

Categories:

Lazio - Fiorentina 2-1

Una partita che nonostante il turn over di entrambe le squadre (specie quella gigliata) è stata gradevole e combattuta. Equilibrato il primo tempo, nel quale la Lazio trova in un minuto due gol, nel secondo meglio la Fiorentina, alla quale è però mancata la cattiveria giusta per ottenere il pareggio.
Mi sono piaciuti moltissimo Pazzini e Donadel. Mi ha fatto incacchiare non poco Osvaldo: buoni numeri ma eccessivo egoismo che ha finito con il danneggiare la squadra viola.
Tra una settimana il ritorno al Franchi.
Il difetto più evidente di questa squadra è la mancanza di cattiveria.
Ed ora pensiamo all'Empoli.

Categories: ,

Cannibal Holocaust

Rivisto l'altra sera dopo tanti anni.
Tralascio i commenti sulle uccisioni (vere) di alcuni animali nel film.
Tantissimo è stato detto in proposito e nulla mi sento di aggiungere io.
Il film mi è sempre piaciuto molto.
Splendida la fotografia di Sergio D'Offizi, aiutata dai paesaggi incredibili di Leticia (Colombia).
Meravigliosa la colonna sonora del grande Riz Ortolani.
Ruggero Deodato tecnicamente è un regista che sa il fatto suo e si vede.
Molti presunti registi di oggi avrebbero così tanto da imparare da gente come Deodato...
La storia narrata anticipa di parecchi anni The blair witch project e, anche oggi, colpisce per l'originalità della messa in scena.
Gli attori sono funzionali alla storia, Barbareschi, in particolare, a fare il caino si trova a meraviglia. Ha pure la faccia da sadico. :)
Un film che va visto e contestualizzato, indipendentemente dal giudizio che poi se ne trarrà.
Non proprio per mainstreamers.

Categories:

mercoledì 23 gennaio 2008

Politica: questo Governo

Una legge elettorale più decente? Niente.
Una credibile legge sul conflitto di interessi? Non pervenuta.
Una seria regolamentazione del mondo del lavoro? Nisba.
Beh, la sensazione è che se questo Governo andrà a casa non sarà una gran perdita.
Non mi aspettavo miracoli ma qualcosa in più si.

Categories:

martedì 22 gennaio 2008

Politica: non mi è molto chiara la relazione

Che relazione c'è tra le indagini nei confronti della moglie di Mastella e le sue dimissioni?
Se non c'erano le indagini il Governo andava bene?
Hai la moglie indagata e fai affondare il Governo? E tua moglie neppure si dimette dalla sua importante carica politica?
Mah...
Comunque, a quanto se ne sa, la moglie dell' ex ministro Mastella è indagata per una "normale" pratica di lottizzazione.
Mi chiedo: dovrebbe essere indagato tutto il mondo politico e non solo, no?

Categories:

Il mio primo post

Il mio primo post è semplicemente dedicato alla spiegazione del nome di questo blog.
Niente canzoni d'amore è il titolo di una splendida raccolta di racconti di Charles Bukowski.
Tutto qui e nient'altro.

Categories:

Copyright © Niente Canzoni d'Amore | Powered by Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com | BTheme.net        Up ↑