domenica 30 dicembre 2012

I fidanzatini

Fidanzatini

Teneri…

Lui 76 anni, lei 27… L’amore non ha (pi)età.

Mica crederete che ci sta per i soldi?  E’ per il fascino.


Categories: , ,

sabato 29 dicembre 2012

La giostra continua

vespaplastico

E' un paese talmente ridicolo il nostro, che ormai le parole sembrano vuote ed insignificanti tutte.
Che si può dire di fronte ad un tizio con la faccia di plastica che va in tutte le tv a raccontare penose balle che non suscitano neppure rabbia perché suonano come già sentite centinaia di volte?

Che dire di fronte ad un La Russa che, per trovare un riempimento al vuoto assoluto di idee e soluzioni per il paese, non trova niente di meglio che proclamare, urbi et orbi, la santificazione dei 2 marò e la loro premiazione a candidati alle prossime elezioni? Si passa dalle escort velinizzate ed accessoriate di ministero o posto in regione ai pseudo-rambo-eroi-del-nulla (accusati di assassinio di pescatori. PESCATORI! E’ bene sempre ricordarlo).

Che possiamo dire di fronte ad un Monti che è ormai il Messia salvatore delle banche nostrane ma ignaro del resto, che si erge (e viene eretto!) a grande statista: peccato che continuiamo a sprofondare nella melma senza soluzione di continuità.

Su Bersani e la sinistra (?) del belpaese c’è poco da dire. Non esistono, sono degli ologrammi. Comparse che vivono di luce riflessa. Senza nemico non sanno che fare o cosa dire, e troveranno pace litigando tra loro. Scrivono i discorsi e i programmi agli altri perché tra loro non si capiscono.

Già siamo pronti, in caso di vittoria elettorale di Bersani e c. troveremo baffetto di ferro e Veltroni l’africano nel prossimo governicchio. Probabile. Molto probabile. Viva il cambiamento. I rottami al governo ed il piccolo Renzi ad aspettare il suo momento, cioè almeno altri 10 anni. Si deve essere maturi per governare da queste parti, perbacco! Quindi il tempo di veder fallire l’ennesimo governo di sinistra ed aspettare che si esaurisca il prossimo, ennesimo e ciclico ubriacamento del popolo itaGliano nei confronti del Messia di turno, che di solito dura un ventennio, ma ultimamente, avendo già abbondantemente le pezze al culo ci basterà meno.

I sindacati, beh, quelli è da tempo che non capisco proprio a cosa possano servire se non ad alimentare il grottesco teatrino della politica italica.
Difendono chi ha già le garanzie e non spendono neppure mezza parola per chi non ha nulla. Altro che scioperi!
Avrebbero dovuto essere una formidabile spina nel fianco alla classe politica degli ultimi 30 anni, contrapponendosi non con sterili ed antiquati slogan appartenenti ad epoche scomparse da tempo, ma con seri programmi politici portati avanti da chi conosce profondamente il mondo del lavoro. Ma quando mai! Peggio di quelli che siedono le loro nobili terga sugli scranni del Parlamento.
Ragionano con logiche di 30 anni fa, per loro l'impresa è la Fiat e simili. Ignorano (o fanno finta di ignorare, per incapacità ad andare al passo con i tempi e trovare nuove soluzioni per epoche nuove) che il motore economico del nostro Paese non è la Fiat o l'Alitalia, ma sono le piccole imprese. La contrapposizione lavoratore/imprenditore è in gran parte molto diversa da quella di qualche decennio fa, in alcuni casi non esiste più. Le dinamiche del mondo del lavoro di questi ultimi anni non le conoscono nel modo più assoluto, ma conoscono molto bene, ripetendoli a pappagallo quei 5 o 6 slogan che hanno sentito qua e là e portano avanti il nulla. Landini sembra che viva nel 1978.
Da gente che ragiona così, abbarbicata nel passato, incapace di comprendere il presente, che ti vuoi aspettare per il futuro? Niente, fanno solo confusione. Nessuna soluzione concreta, nessun programma reale da applicare al mondo del lavoro IN TOTO così come esso oggi si presenta nella sua tragica realtà.

Ed inesorabile, a godere di questa giostra continua, ci sarà l’ineffabile Bruno Vespa che con bacchetta, plastico d’ordinanza, libro fresco di stampa (suo) ed ospiti sempre uguali a se stessi, farà finta di spiegarci come funziona il tragicomico circo del paese Italia, cercando di farci intendere che si tratta di cose serie. Ma di serio non c’è niente, se non la prossima bolletta da pagare.

Categories: ,

3 top blogger da cui puoi imparare molto sui blog

BWE - John Chow, Zac Johnson, Darren Rowse and Brian Clark

In un interessante articolo su wpbrix.com si discute su 3 grandi blogger, i quali hanno sicuramente molto da insegnare in fatto di business sul web.

Seguire i loro blog è sicuramente parecchio istruttivo e, spesso, illuminante, per chi abbia intenzione di bloggare con un certo successo. Niente di meglio infatti che trarre spunto dai migliori, no?

Il primo top Blogger da segnalare è Darren Rowse (www.problogger.net), del quale mi accingo a leggere il suo Problogger – Secrets for Blogging Your Way to a Six-Figure Income, scritto insieme a Chris Garrett (altro notevole web imprenditore). Il suo sito è pieno di articoli e approfondimenti che possono darti molte ispirazioni. Sicuramente un guru del blogging professionale, è stato colui che ha per primo coniato il termine “problogger”.

Altro importante maestro nel campo è sicuramente John Chow, il quale nel suo sito www.johnchow.com ha costruito un vero e proprio business, di quelli che ti rendono ricco (è passato in due soli anni da zero ad oltre 40.000 dollari al mese di redditi). Il suo flusso di reddito proviene dalle più disparate tecniche di web marketing. Non si fa mancare nulla il nostro Chow; egli vende servizi vari, ebook, annunci, spazi pubblicitari, ecc. Non mancano nel suo sito, come in quello di Darren Rowse molti buoni consigli ma soprattutto notevoli fonti di ispirazione.

Completiamo la triade con Zack Johnson (zacjohnson.com), il maestro delle tecniche di affiliazione.
Si tratta di 3 alti esempi di professional blogging. Visitare i loro siti, leggere le loro interviste ed i loro articoli è sicuramente una esperienza interessante per chiunque abbia un blog e per chi è sempre curioso di imparare, come me.

Categories: , , , , , ,

lunedì 24 dicembre 2012

Ingroia e l’ennesima vocazione

ingroia

E così, anche Antonio Ingroia scende in campo, ad infoltire la già consistente schiera di magistrati che vengono illuminati dalla vocazione della politica.

Certamente nulla vieta ad un magistrato di potersi candidare ad elezioni politiche locali o nazionali. A me però questi magistrati di punta, dal curriculum senza dubbio prestigioso, che improvvisamente vengono colti dalla improrogabile esigenza di servire lo Stato in vesti non più togate ma di politico mi suscitano parecchie perplessità.

Perplessità che si ingigantiscono a dismisura quando, come nel caso di Ingroia, il magistrato chieda una aspettativa e si butta in politica, con la possibilità, neppure tanto remota, di fare ritorno prima o poi, alle originarie funzioni togate.

Ed è proprio l’eventuale ritorno di queste persone al loro posto di magistrato che mi preoccupa: si tratta di un lavoro molto particolare, di grande delicatezza, e che dovrebbe essere la quintessenza della imparzialità. Ora, mi sembra quanto meno poco opportuno che, chi abbia tali compiti si metta a fare il politico, che comporta anche il legiferare, e poi ritorni ad applicare quelle leggi che ha contribuito a creare o che ha pubblicamente criticato in veste di politico.

Categories: ,

domenica 23 dicembre 2012

Da Niente Di Personale a Blogo.it



A me Piroso piace. Lo seguivo volentieri in NDP nonchè nel tg di La7; poi, non senza una certa  fatica a causa gli orari assurdi, ad (ah)iPiroso. Programmi che, "naturalmente", non figurano più nel palinsesto di La7.
Adesso comincio a seguirlo su Blogo.it di cui è direttore editoriale. Spero non mi denunci per stalking.

Ma possibile che un giornalista preparato (bellissimo il suo documentario su Ambrosoli), che sa fare programmi non idioti, non abbia uno spazio adeguato nella tv generalista?
Beh, qui potremmo dibattere sulla vecchia questione se sia colpevole la TV, che ci propina quasi esclusivamente immondizia, o gli spettatori, che con i loro ascolti, in fondo, premiano la tivvù spazzatura e penalizzano chi voglia mostrare qualcosa di intelligente.

Comunque fa benissimo il buon Piroso a sperimentare sul Web, che è il futuro, e dove magari può essere più libero dalla legge degli ascolti.

Comunque, The Arcore’s Night (l'autrice, la Sora Cesira è un genio), che ho scoperto nella sua trasmissione, è strepitosa.


 

Categories: , , , , ,

sabato 22 dicembre 2012

Buon Natale Fiorentina

149838380TP011_US_CITTA_DI_
Allo stadio Barbera di Palermo la Fiorentina conferma ancora una volta quello che è apparso chiaro sin dalle prime giornate del campionato 2012/2013: è una squadra che gioca benissimo e che vince. Non sarà perfetta ma è un piacere vederla giocare.
Con un sonante 0-3 regala ai suoi tifosi un bellissimo Natale, dopo tre anni orrendi.  E le parole di mister Montella nel dopopartita sono miele per tutti i tifosi.
Un girone di andata del genere davvero nessuno se lo poteva aspettare, neppure il più convinto degli ottimisti. Siamo terzi, ad un punto dalla seconda, e con la prossima partita, in casa con il derelitto Pescara, c’è solo da gioire e, perché no? Sognare.
A Palermo si è vista una squadra viola dominare il centrocampo dal primo all’ultimo minuto. Se si pensa che i rosanero, seppur in casa, ed in condizioni di classifica preoccupanti, non hanno fatto neppure un tiro in porta (a meno che si voglia considerare come tale un calcio piazzato di Miccoli, da lunga distanza, parato con tranquillità da Neto, e comunque destinato a finire fuori dallo specchio della porta).
Primi venti minuti devastanti da parte della Viola, manca solo il gol. Nel Palermo, in grande confusione, emerge il solo portiere, che seppur non goda di grande credito nell’ambiente rosanero, oggi è sembrato assolutamente all’altezza della situazione, forse l’unico per i palermitani.
Pian piano, poi, la Fiorentina si calma e la partita diviene più equilibrata.
Il secondo tempo vedrà i tre gol della Viola ed il tracollo totale del Palermo, incapace di dar vita ad una qualsiasi reazione. Portiere escluso, non si salva nessuno nel Palermo, neppure Miccoli, apparso molto isolato ma anche piuttosto inconcludente e poco in palla.
I numeri sono dalla parte della Fiorentina, ed autorizzano a sognare. A gennaio il mercato non sarà semplice, non lo è mai. E’ difficile trovare qualcuno che realmente possa far fare un ulteriore salto di qualità a questo collettivo, ma lo è a maggior ragione a Gennaio, dove è normale che chi ha un buon giocatore se lo tenga almeno fino a Giugno.
Ma a Giugno, beh…
Buon Natale Fiorentina

Categories: , , ,

venerdì 21 dicembre 2012

Arrivano i 2 marò

maro
Ora tranquilli che li facciamo santi ed eroi. E già che ci siamo anche un bel posto in Parlamento prenotato per loro dal buon Ignazio la Russa.

Per il loro arrivo propongo le frecce tricolori. Così tanto per gradire.

Ma se proprio dobbiamo riprenderci questi due padri della patria almeno possiamo dare in cambio La Russa agli indiani?

Categories: , , ,

La Fornero che si tappa le orecchie

Fornerositappaleorecchie
No, dico, stiamo scherzando? Neppure all’asilo!
Ennesima provocazione del Ministro Fornero (grazie a Dio tra poco sarà EX Ministro).

Vabbè che a parlare era un deputato della Lega Nord, e questa sarebbe una attenuante non di poco conto, però la tizia veramente non ha proprio compreso molto del suo ruolo. E’ di una spocchia e di una presunzione senza limiti. Questa qui sta terminando la sua esperienza al Governo (e politica, speriamo) e non ha ancora capito che è lì, senza il consenso di nessun italiano, pagata dagli italiani, compresi quelli choosy. E compresi anche chi vota lega. Un minimo senso delle istituzioni si dovrebbe avere quando si viene nominati Ministro della Repubblica.

Ma dico, ci meritiamo anche questo? Maya dove siete?

P.S.: Poveracci quegli studenti che dovranno avere a che fare con codesta professorona.

Categories: , ,

Caso Sallusti

Roma, Trasmissione tv "Porta a Porta"
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano commuta il carcere in pena pecuniaria (15.532 euro) per il direttore del quotidiano il 'Giornale' (difeso dall’on. Ignazio La Russa).
Lo si apprende da una nota del Quirinale.

Non entro nel merito del provvedimento in sé, ma mi viene spontanea solo una impressione: non manca certo la solerzia quando il soggetto è un tizio in vista, un potente, un politico o semplicemente qualcuno con delle amicizie importanti, ed il caro Sallusti le ha.

Nel belpaese funziona così. Se non sei nessuno allora, anche la più lapalissiana delle ingiustizie, sarà per te un ostacolo che difficilmente qualcuno verrà a togliere dalla tua strada.

Categories: ,

mercoledì 19 dicembre 2012

Una possibile cura per la SLA



Uno studio americano, condotto da un team di ricercatori dei più prestigiosi atenei Usa, Stanford e Harvard, coordinato da Yang Teng e pubblicato su Science Translational Medicine, ha messo in luce la possibilità che un trapianto di cellule staminali neurali (ossia del sistema nervoso) potrebbe rappresentare una via di cura possibile contro la sclerosi laterale amiotrofica (Sla).
Lo studio mostrerebbe l’efficacia di questa terapia cellulare nel rallentare il decorso ed alleviare i sintomi di questa malattia neurodegenerativa.

Categories: , ,

Spread for Dummies



Mi piacerebbe che la famosa serie “for dummies” pubblicasse un manuale sullo Spread “per negati”. Giusto per mettere anche noi, comuni mortali, in condizione di capire quali siano le logiche (se mai una logica esista veramente) che portino questo dato ad alzarsi o ad abbassarsi senza che nessuno riesca realmente a dirti per quale motivo.

Faccia di gomma in questi giorni, nel profluvio di interviste e comparsate varie, ha più volte dichiarato che lo spread è un “imbroglio”. E lui di imbrogli se ne intende.

L’algido Monti sembra viva per lo spread, apparentemente disponibile a sacrificare anche la sua famiglia in nome di questa entità soprannaturale. Qualche settimana fa, orgogliosamente si pavoneggiava di averlo ridotto della metà rispetto a quando era subentrato all’allegro governo dei bunga bunga. Bene penso io. Ma mi sorge una certa perplessità. Massacri una nazione in nome dello spread, e poi, basta una dichiarazione del Cavalier Plastica che il dato in questione si impenni di 20/30 punti come niente fosse. Non mi sembra granché affidabile come dato.

E poi: c’è da essere tanto felici se dimezziamo lo spread ma, per contrasto, ci ritroviamo tutti gli altri dati macroeconomici in rosso fisso, tipo la mia auto di questi tempi?

Disoccupazione galoppante a livelli record, con previsioni da incubo anche per i prossimi anni (nel 2014 si dovrebbe sfiorare il 12%, fonte OCSE); i consumi delle famiglie che perdono il 3,2%, peggior dato del dopo guerra; il Pil ormai in stato di cronica contrazione (ma a Monti il dato del Pil non interessa? Non ne parla mai…), e si potrebbe continuare! Eppure abbiamo dimezzato lo spread.

Ma forse che si tratti di un dato che dipenda più da artifici finanziari che dall’economia reale e dall’effettivo stato di salute del paese? E se è così, che diavolo allora aveva tanto da ridacchiare Monti? Beh, una risposta ce l’avrei, e probabilmente è la stessa che state pensando voi.

Categories: , ,

domenica 16 dicembre 2012

Pannella Marco



Come sempre i media nazionali si trovano sempre d’accordo nel non parlare dei Radicali. Automaticamente trovo giusto e doveroso parlarne.
Stamattina il leader storico dei Radicali è stato ricoverato in clinica. Pannella si trova da lunedì scorso in sciopero totale della fame e della sete.

Categories: , ,

mercoledì 12 dicembre 2012

Errore 500 Internal Server Error dopo aggiornamento di WordPress su Aruba



Per tutti coloro che hanno il loro sito basato su WordPress ospitato su Aruba l’errore nel titolo del mio post è amaramente familiare. Infatti ogni qualvolta si procede ad aggiornare la versione di WordPress dal pannello di amministrazione, ecco che inesorabile spunta questo errore, e tutto il sito risulta immediatamente irraggiungibile.

Categories: , , , ,

Aggiornamento sul Titanic Itaglia



Bene. O male, a seconda se avete la predisposizione a guardare la situazione del nostro ormai ridicolo paese sotto la lente salvifica dell’umorismo e dell’ironia o se invece la situazione italiana vi provoca mal di pancia, rabbia, sconforto, impulsi stragisti et similia.

Categories: , ,

Copyright © Niente Canzoni d'Amore | Powered by Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com | BTheme.net        Up ↑