martedì 19 febbraio 2013

Ultimi giorni prima del voto

Se Dio vuole domenica si vota e la finiamo con il circo Barnum in TV, almeno per qualche giorno.

Il professor Zingales, amico di Giannino, dopo aver fondato insieme il movimento Fare per fermare il Declino ha pensato bene, 5 giorni prima del voto di leggersi il CV di Giannino. E all’improvviso un fulmine! Si rende conto che quel curriculum, presente da mesi e mesi sulla rete e sul sito stesso dell’ineffabile Giannino, è falso come una banconota da 3 euro.

E così, prima si viene a sapere che il master a Chicago, di cui Giannino nostro si vantava non da oggi, non era mai stato preso, ma non esistevano neppure le due lauree (Giurisprudenza ed Economia) che facevano bella mostra di se insieme al succitato master nel sito Chicago Blog.

Andiamo bene.

Grillo, tra frizzi e lazzi, riempie le piazze italiane senza photoshop. All’italiano medio piacciono i clown e Grillo lo è di professione. Ultimamente da molte parti si sono messi a fare le pulci al movimento grillino. Segno questo di un certo tremore. Da tempo invece, una delle cose che più si sentono dagli anti-grillini è la certezza (o anche il dubbio) che il m5s non sia in grado di governare ma solo di distruggere. E non capiscono che proprio l’ideuzza di distruggere il sistema marcio che da un ventennio circa è andato a sostituire la morente prima Repubblica è il motivo principale per cui votare Grillo ed è considerato un voto utile e non perso.

E magari i voti persi sono quelli dati a chi ha da tempo governato questo ridicolo nostro paese, a tutti i livelli, fallendo sotto ogni punto di vista, fallendo talmente clamorosamente da portare agli altari come padri della patria gente come Scilipoti e Razzi. Fallendo talmente fragorosamente da essere considerato del tutto normale che uomini politici democraticamente eletti dal popolo, seduti in Parlamento affinchè gestiscano la cosa pubblica, con l’unico compito di fare politica, abdichino a capo chino la propria funzione nei confronti di professoroni presunti tecnici che non hanno ricevuto nessun avallo da parte di quel popolo che dovrebbe essere sovrano.

Grillo è una vita che campa da clown e lo fa per professione, Berlusconi lo fa per hobby e gli riesce particolarmente male, ma lui ha un ego talmente spropositato che crede di essere simpatico e, certo, il codazzo di figuri slinguazzanti, di cui è sempre circondato, non fa certo qualcosa per instillargli almeno il dubbio che una battuta volgare è e resta solo e solamente una battuta volgare, la quale poi, se detta da chi si propone come statista è ancora più volgare. Se è detta poi, da chi si trova in una innegabile posizione di potere e nei confronti di una persona in evidente soggezione, allora è ancora peggio.

Sul PD e la sua gioiosa macchina da guerra c’è poco da segnalare. Probabilmente vinceranno queste elezioni. Altrettanto probabilmente non avranno a disposizione numeri tali da poter governare tranquillamente. E questo perchè sono incapaci a vincere, sanno gestire le sconfitte, non le vittorie. Se hanno un vantaggio sono dei professionisti nel perderlo. Sul PD poi c’è da dire che sono corresponsabili dello sfacelo attuale nè più nè meno di coloro che loro criticano.

Direi che MPS insegna, è la foto perfetta dello stato della politica italiana attuale: un magna magna di proporzioni bibliche, a cui partecipano tutti da destra e sinistra, e senza che da questa situazione resti per il paese neppure qualche mollica. Niente.

Categories:

Copyright © Niente Canzoni d'Amore | Powered by Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com | BTheme.net        Up ↑